Due giovani sono finiti nei guai nell’ambito di un servizio straordinario di controllo della movida, operato dai carabinieri della compagnia di Fasano. Nel complesso, sono stati controllati 89 veicoli, identificate 131 persone, di cui 31 di interesse operativo e contestato 36 violazioni al codice della strada.

Il 25enne è residente a Veglie (Le), è stato denunciato per guida in stato di alterazione psicofisica da alcol. In particolare, il giovane, all’alba del primo giugno, è stato controllato in una via del centro abitato guida di un’auto, in evidente stato di alterazione psicofisica. Sottoposto alla prova dell’etilometro, è risultato positivo con tasso alcolemico superiore al limite consentito, con conseguente ritiro della patente di guida e affidamento del veicolo a persona idonea alla guida.

Al 21enne di origine albanese residente a Fasano, invece, è stata contestata la violazione delle misure di contenimento della diffusione del virus Covid–19, poiché, seppur sottoposto alla quarantena domiciliare in condizione di non positività al virus, è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione.