Più di 700 libri per bambini e ragazzi, 750 per la precisione, di diversi generi e per ogni fascia d’età e, soprattutto, adatti a studenti con bisogni educativi speciali (Bes). Per offrire a tutti pari opportunità di accesso alla cultura e costruire generazioni di lettori sin dai primissimi mesi di vita.

È il patrimonio librario acquistato dal Comune grazie a un contributo del Mibact di 10mila euro, ottenuto da Fasano nell’ambito del finanziamento previsto per le biblioteche pubbliche per l’acquisto di libri a valere sul “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali” a sostegno delle librerie e dell’intera filiera dell’editoria.

I volumi saranno le perle della nuova biblioteca di comunità in fase di ultimazione nell’Ala dei Portici delle Terasiane (grazie al finanziamento regionale di 2 milioni di euro del programma SMARTin Puglia – Community library).

Ci sono opere per bambini di pochi mesi (pop up, libri tattili, libri sonori, libri illustrati cartonati), ma anche per adolescenti e per studenti di scuola primaria: da graphic novels a libri di divulgazione. Ogni età è coinvolta e, soprattutto, ci sono libri appositamente realizzati per studenti Bes. Ad esempio, libri in braille per ipovedenti e con tecnica di comunicazione aumentativa e alternativa per bambini dislessici.

«La priorità nella individuazione dei libri da ordinare è stata data ai bambini e ragazzi con Bes – spiega l’assessore alla Cultura, alla Pubblica Istruzione e alla Comunicazione, Cinzia Caroli – libri che però sono ben fruibili anche dai piccolissimi, come i libri tattili o in stoffa, appunto. L’idea è quella di avvicinare i bambini alla lettura parlando il loro linguaggio».

Molti libri sono opere di pregio, pezzi unici costruiti in modo artigianale come i libri dedicati ai bambini che non hanno ancora sviluppato la motricità fine e che hanno pagine più doppie per poter essere facilmente sfogliati. Tante opere non hanno come protagonisti supereroi, ma bambini speciali: «Affinché ciascuno, leggendo, possa capire che una speciale normalità può essere fattibile», ha sottolineando l’assessore.

I libri provengono da case editrici di tutta Italia, anche di nicchia, e da cinque librerie di Fasano, individuate grazie a precisi criteri stabiliti dal Mibact, come ha spiegato la referente del Servizio Cultura Sport e Turismo, Caterina Loconte.

«La scelta dei libri da acquistare risponde a una volontà precisa della nostra amministrazione – ha detto il sindaco Francesco Zaccaria – e cioè quella di dedicare un’attenzione particolare ai bambini con bisogni educativi speciali affinché la nuova biblioteca di comunità possa diventare un punto di riferimento di tutto il territorio, non solo pugliese, ma anche nazionale, per questo tipo di offerta culturale. Una scelta che ha l’ambizione di offrire le stesse opportunità formative a tutti i bambini, un bambino che legge diventerà un adulto libero e un cittadino sensibile».