Il consigliere regionale ed ex sindaco di Ceglie Messapica Luigi Caroli interviene parlando dei vaccini per i pazienti fragili della struttura “San Raffaele” della città messapica: “Sono ormai trascorsi 5 mesi dall’inizio della campagna vaccinale anti-Covid e purtroppo ci sono ancora categorie che,nostante le loro precarie condizioni di salute, non rientrano tra i soggetti con priorità, ai quali destinare le dosi disponibili di vaccino.

In data odierna, risulta che, presso il presidio riabilitativo della Fondazione San Raffaele, a Ceglie Messapica, i pazienti fragili ricoverati non sono ancora stati vaccinati. Nonostante sia ben noto a tutti che si tratta di lungodegenti che permangono nella struttura in questione sino a 120 giorni, non si comprende per quale ragione a questi pazienti non venga data priorità nel sottoporsi a vaccinazione.

Una situazione spiacevole, che si aggiunge al futuro già incerto della struttura, eccellenza che meriterebbe più cura nella sua di gestione e in quella degli ospiti. Qualche settimana fa il nostro gruppo consiliare ha chiesto l’audizione in Commissione dell’Assessore Lopalco e del Direttore Generale dell’ASL BR, Pasqualone. Ma il nostro impegno non si ferma di certo qui. Continueremo ad attenzionare la situazione fino a che tutti questi pazienti fragili non avranno ricevuto il vaccino. Non ci accontenteremo di semplici risposte ma vogliamo che si tuteli la salute dei più deboli”.